LUNEDÌ 10 DICEMBRE – Scuola Comunale – Nido di Mamma ore 9:00
Viale Nilde Iotti Plesso Buonpensiero 1 Pomigliano d’Arco
Per i bambini e i genitori della scuola

GIOCHI DI LUCE AL NIDO

Tutti a scuola il lunedì mattina…ma per trascorrere una giornata diversa!
I piccolissimi alunni di Nido di mamma, una delle due scuole comunali di Pomigliano d’Arco riservate ai bambini dai 3 mesi ai 3 anni, hanno trascorso qualche ora in compagnia di Mariangela Fornaro per scoprire insieme l’effetto di luce e ombra con il laboratorio Giochi di Luce. L’iniziativa rientra tra gli eventi in programma per la manifestazione organizzata da Camera Film, Giorni animati (in città) sul cinema di animazione, che si è tenuta ad ottobre e si è conclusa con la Giornata Internazionale del Cinema di Animazione (28 ottobre). Tra i vari partner coinvolti si è pensato di includere anche una realtà così particolare come Nido di mamma, sito in una zona periferica della città, dove il comune ha realizzato un luogo di accoglienza e di supporto. Ringraziamo anche le insegnanti estremamente disponibili e Giuliana D’Aniello, in particolare, che ci ha permesso di realizzare il laboratorio.

Lavorare con alunni così piccini non è sempre facile o scontato. Per noi è stata un pò una sfida! Abbiamo cercato e trovato un argomento che avrebbe potuto catturare la loro attenzione.

LO SPAZIO DELL’AULA

I bambini, piccoli come quelli del nido, sono particolarmente attratti dalle luci, che riescono a fissare anche per molto tempo.
Il potere ammaliante della luce ci è servito per stimolarli alla interazione e alla percezione degli oggetti presenti nella stanza.
Per Giochi di Luce lo spazio dell’aula è stato allestito con lampadine e fonti luminose di vario tipo. Al centro la LANTERNA MAGICA, strumento ottocentesco, con cui abbiamo raccontato la storia Cappuccetto Rosso e ricreato un angolo luminoso con lastre caleidoscopiche.
Insieme ai genitori, i piccoli alunni di Nido di Mamma hanno perlustrato lo spazio dell’aula, interagendo con lampadine ad intermittenza, bicchieri argentati e sagome brillantinate che riflettono la luce, serie luminose e torce elettriche…Qualcuno ha anche intuito il sistema delle ombre cinesi ed ha usato la lanterna magica come fonte luminosa!

L’esperienza diretta, la sperimentazione sono alla base della scoperta del mondo e della elaborazione di nuovi principi, idee, ingegni. Questi aspetti andrebbero curati e sviluppati sin dai primissimi giorni di vita, così da ampliare le proprie conoscenze esperendo direttamente il mondo.

UN CERCHIO DI STELLE

In fine ci siamo disposti tutti in cerchio e con le torce elettriche abbiamo simulato un cielo stellato. Ogni genitore aveva il proprio bimbo sulle gambe e una torcia in mano. Abbiamo acceso e spento le luci cercando di riprodurre un ritmo a cui potevano facilmente abituarsi i bambini. L’effetto è stato di grande sorpresa e molto divertente. Abbiamo anche rivolto le torce, con diversi movimenti, prima al soffitto e poi al pavimento. E’ stato tutto molto suggestivo ma soprattutto tanto tanto tenero!