L’immagine recuperata

I manifesti

Il fondo Salvatore Confessore, oltre alle pellicole 16mm, conserva anche un discreto numero di materiali cartacei da corredo ai film raccolti tra gli anni’50 e ’80. Camera Film ha dato l’avvio al progetto CARO FILM, per il recupero di tutti i documenti appartenenti al fondo. Nello specifico, ci occupiamo di ripristinare lo stato di conservazione delle pellicole e dei materiali cartacei grazie alla partecipazione di alcuni professionisti volontari.

Il ripristino e la conservazione

Il lavoro di ripristino e di conservazione dei materiali d’archivio non è dei mestieri più semplici.
Necessita di varie fasi d’intervento: dalla catalogazione fino alla messa in sicurezza. Ogni documento o materiale ha bisogno di operazioni e strumenti diversi tra loro, oltre che di competenze specifiche.

Attualmente sia le pellicole che il loro corredo cartaceo (manifesti, fotobuste, locandine, ecc.) è in fase di osservazione e catalogazione. Si sta analizzando lo stato di degrado dei supporti e alla loro descrizione analitica in una scheda di revisione. Parte di questo materiale è già oggetto di recupero. Lì dove possibile infatti si è intervenuti sul ripristino di alcune caratteristiche fisiche per consentirne il riutilizzo.

Manifesti in Archivio

Alcuni dei manifesti del fondo, recuperati dopo un iniziale controllo, sono stati esposti in Archivio durante la proiezione del 29 dicembre, che ha inaugurato la rassegna di film in 16mm. Si è predisposta innanzitutto la riparazione delle lacune più grossolane e la messa in sicurezza delle pieghe, sopratutto per la tipologia di manifesti detta “quattro fogli”, che tra i vari formati costituisce uno dei più voluminosi.

L’esposizione dei manifesti negli spazi della sede associativa ha cercato di unire praticità e salvaguardia, utilizzando telai di materiale leggero come struttura portante dei documenti cartacei. Il progetto tuttavia prevede l’acquisizione di ulteriori, e standardizzati, sistemi di esposizione.
L’intento è quello di allestire, in modalità temporanea, i tesori nascosti del fondo cinematografico Salvatore Confessore.